mercoledì 15 febbraio 2017


La presenza del tuo angelo


So che può sembrare assurdo
difficile
e inverosimile
ma credimi
quando sei caduto
e ti sei sentito solo
abbandonato davvero a te stesso
quando tutti ti hanno lasciato
perfino gli amici che tu ritenevi i più cari
i più preziosi
proprio in quei momenti
eri coccolato e amato più che mai...
Tu eri preso dalla tua tristezza
concentrato troppo nel tuo dolore
e non ti sei accorto di un amore
che piano piano
con il tempo
ha calmato la tristezza che soffocava il tuo cuore
e la delusione ha cominciato a dare spazio
alla speranza
e l'amore a farsi sempre più spazio
nel tuo cuore e a guarire le ferite
che con cura conservi
per rammentare il male che hai provato
e anche la gioia di tornare a sorridere...
Tutto serve, tutto per farci comprendere
che nulla è dato per scontato.


3 febbraio 2017
© Copyright Elena Prediletta


lunedì 6 luglio 2015

Ogni giorno vorrei un fiore da te




Ogni giorno vorrei un fiore da te
ma non un fiore a cui strappi la vita
un delicato pensiero che colmi le ore
che ci tengono divisi.
Sarebbe la primavera per me
attorniata dal profumo di quell'amore
alimentato da piccoli gesti.
Qualcosa hai imparato negli anni,
che non sono i "Grandi Regali"
a riempirmi la vita,
ne il continuo ripetere
"Ti Amo"
ma l'essere Presente
quando sei con me.
Ci si è stravolta la vita
ed i progetti che avevamo
si sono volatilizzati...
Vivo nell'attesa di viverti quel poco
che ci è concesso,
interminabili minuti al telefono
a raccontarci di quello che abbiamo fatto
durante la giornata
fintanto che arrivi a casa
stremato dal lavoro e dal freddo
per poi vederti crollare
in un sonno profondo.
Sei con me
e non m'importa se dormi
mi basta guardarti e averti accanto
mentre la televisione in sottofondo
ti fa da "ninna nanna".
Vivo nell'attesa del sabato sera,
sorrido quando imponi ai tuoi occhi
di non chiudersi
e progettiamo sulla domenica,
le cose da fare
tante belle idee che poi si perdono
come in una bolla di sapone
ma non c'importa...
Parliamo per ore
raccontandoci
e voliamo con la fantasia
sognando di avere risolto
quello che al momento pare irrisolvibile.
E così ci coccoliamo
facendoci forza l'un l'altro
e ritroviamo l'energia
per affrontare una nuova settimana.

Ogni giorno vorrei quel fiore
che mi lasci la domenica
per potere vivere la settimana
sempre in primavera.

14 febbraio 2015
© Copyright Elena Prediletta

lunedì 4 novembre 2013

Ho bisogno di te

Dimmi a cosa pensi
anche se non vedi
immersa ormai nel tuo mondo
seduta sempre su quella seggiola...
Se penso a come eri e a come sei ora
se penso alla tua risata
ai tuoi abbracci e ai baci che mi davi
mi stringevi forte
ed io spesso mi lamentavo
perché ero giovane
e come tutti i giovani ignara
che un giorno saresti potuta cambiare
e non avresti più avuto la forza
di abbracciarmi come allora.
Il tuo sorriso gaio
la tua parlata instancabile..
Ed ora,
ora sono io a colmare i silenzi
le parole dette a metà
risposte forse un poco celate...
Ora sono io che provo a riempire
i vuoti...
Dove sei splendida anima?
Mi manchi, mi manchi tu
mi manca la mia mamma Marisa
le nostre gioie e le nostre liti
mi manca tutto di te...
Te ne stai nel tuo angolo
come una bambina 
in attesa della merenda
buona buona fai quello che ti dicono
mentre io mi domando
dov'è andata a finire la mia mamma...
E fingo che tutto vada bene
fingo di sorridere
ti abbraccio come una madre abbraccia il proprio figlio
ed i ruoli si sono invertiti
ma io
ho ancora bisogno della mamma
di te
della mia maestra Marisa...

4 novembre 2013

venerdì 5 luglio 2013

Sono nata oggi




Sono nata oggi
con il desiderio
di stupirmi
di gioire
e di conoscere
ogni cosa.
Faccio i primi passi
addentrandomi in un bosco
rigoglioso,
ascolto i battiti del suo cuore
lasciando che mi pervadano
e sazino i miei sensi.
Cammino incuriosita
nell'attesa di scorgere
un nido con i suoi piccoli
ma ogni cosa mi gratifica...
I suoni e il fruscio
delle foglie
sotto i miei passi...
La cornacchia
con il suo gracchiare,
la libellula
che sfiora il mio orecchio,
le farfalle che stendono
le loro ali
sui fiori gialli e profumati.
La giornata è appena cominciata
tante sono le cose da scoprire
e di cui gioire...
Sono appena nata
e stasera al calare della luna
mi addormenterò tra le stelle
assaporerò il canto notturno...
Rinascerò domani
e sarà nuovo stupore
e gioia
e vita....
3 luglio 2013
  

sabato 29 giugno 2013

L' albero solitario


Immagine  scattata da Elena Prediletta

Sulla collina
vidi un albero solitario
lo raggiunsi incuriosita
ai suoi piedi mi sedetti
una dolce canzone cantava
le sue fronde si sfioravano
e gli uccellini in coro
rispondevano
a quel canto solitario.
Emise poi un sospiro
chinandosi ad accarezzare
il mio viso stupito
ed estasiato,
alcuni animali sbucarono
e vennero a sdraiarsi
accanto a me.
Allora cantammo 
tutti insieme
rivolti verso il sole
che lentamente scendeva
nelle montagne di fronte...
Fu una ninna nanna delicata
mentre gli abitanti
non s'accorsero di nulla
intenti com'erano
a chiudersi in casa
e guardare quella scatoletta
che riflette immagini statiche
prive di emozioni...
Noi cantavamo e vivevamo
loro come ipnotizzati lentamente
morivano...
26 giugno 2013
 

giovedì 20 giugno 2013

Le mie stravaganze




Cosa hai?
Non lo so
A cosa pensi?
Mio padre ti avrebbe risposto: "Ai mal spesi"... No, in realtà non penso a questo...
A cosa allora?
Penso a quanto sia ingiusta la vita, ho conosciuto una persona che è davvero straordinaria, la nonna che ho sempre desiderato e penso al gran bene che le voglio... Tanto bene!
E questo non dovrebbe renderti felice?
No
Come no?
No, perché è un pensiero in più. E' sola, ha 91 anni e i parenti se ne infischiano di lei. E lei mi paga per tenerle compagnia. Ti rendi conto? Io non vorrei nulla ma lei mi paga, certo, se vuoi che te la dica tutta, in realtà mi paga il viaggio da casa mia a casa sua, onestamente non ho il coraggio di chiederle di più perché in realtà è lei che mi da tanto...
Cosa ti dà?
La sua esperienza!
Solo?
No. La sua solitudine!
E questo ti ferisce?
Molto.
Perché?
Perché non se lo merita. Perché è una donna meravigliosa, è una donna che ascolterei per ore ed ore senza annoiarmi. Perché ogni volta che esco da casa sua vorrei tornare indietro e continuare a tenerle compagnia, perché mi piace, perché è simpatica, dolce e molto più moderna di altre persone che si credono di essere al passo con i tempi. E' una donna, ok. Capisci?
Le vuoi bene....
Si
Perché?
Non lo so', mi ci sono affezionata da subito. Sono anni in realtà che la conosco, negli ultimi tempi ho avuto modo di conoscerla a fondo... Mi ha cercato lei, mi ha voluta e io ... Io ora non posso fare a meno di lei.
Gioisci di questo!
Ha 91 anni e secondo te, per quanto tempo ancora posso gioire della sua presenza?
Non pensare agli anni, vivi i momenti con lei con gioia, assaporali fino in fondo e non essere così limitata, vai oltre no?
In che senso, oltre?
Nel senso ... Cogli l'attimo!
Sai... Non so' come dirtelo, non vorrei che pensassi che per me sono importanti le cose materiali, oggi mi ha nuovamente sconvolta, in senso positivo, intendiamoci... Mi ha regalato un altro anello. Credimi, ero imbarazzata da morire. Non lo volevo, ho fatto un sacco di storie, non lo volevo perché non lo ritenevo giusto. Infatti le ho detto: " Ma come, vengo per tenerle compagnia, mi paga e per di più mi fa dei regali così cospicui?" - Lei ha abbassato lo sguardo e mi ha detto che merito di più di quello che mi da. Credimi, mi sono trattenuta, mi veniva da piangere. Il suo viso tutto ad un tratto è diventato triste quando ha visto che non lo volevo. Allora l'ho preso, l'ho messo al dito e ho cominciato a guardarlo, a elogiare la bellezza dell'anello e lei... Lei ha cominciato a sorridere e a dirmi che mi stava proprio bene! Era felice, felice perché mi ero messa il suo anello.
Sii felice anche per questo!
Lo sono. Ma vedi... Ogni settimana lei mi regala delle cose. Credimi, in vita mia non ho mai ricevuto così tanti regali, non ci sono abituata!  Ho cercato di farle capire mille volte che semmai sono io che dovrei pagarla, perché la sua compagnia per me è preziosa, preziosa dal punto di vista umano, di saggezza, di bellezza interiore, di cultura, perché il bello dello stare con lei è anche il fatto di parlare di libri, di poeti, di scrittori, non solo passati ma soprattutto contemporanei. E' lei che mi insegna tante cose, quindi ripeto, sono io che dovrei pagarla. E ogni volta che glielo dico, sorride.
Allora sorridi anche tu
Lo faccio momentaneamente ma penso già al dopo.
Al dopo?
Si, a quando anche lei se ne andrà.
Perché devi pensare a questo?
Non lo so'. E' sempre stato così per me, ogni volta che mi affeziono ad una persona, dopo un po' o per un motivo o per l'altro se ne và. In questo caso, gioca l'età.
Ho scoperto da molto tempo che amo le persone anziane, amo ascoltarle, amo ascoltare i loro ricordi e viverli in un certo senso, mi piace vedere quando torna indietro negli anni, quasi mi pare di scorgerla con il suo vestitino a fiori e con il cappello di paglia in testa, insieme al suo innamorato... Leggo le sue poesie, le lettere del suo amore, si crea quindi quell'intimità da una nonna che racconta alla propria nipote. Pensa che lei non era abituata ad essere abbracciata, ogni volta che la saluto l'abbraccio e la bacio e ora, la prima a darmi l'abbraccio e il bacio è lei... E' una tale gioia per me...
Gioisci di questo, è la nonna che non hai mai avuto e ringrazia il cielo per la nonna che ti ha mandato!
Si, di questo gioisco e prego ogni sera per lei, per le persone che amo... E quando non ci saranno più? Come farò?
Farai come hai fatto per tuo papà, certo che starai male, ma ogni giorno in mente ti tornano i suoi detti, i suoi insegnamenti e continui quindi ad averlo accanto e sarà così anche per tutte le persone che ami.
............
Non dici niente?
Rifletto.
Su cosa?
Su quello che hai appena detto.
E...?
E hai ragione....
Ora come stai?
Meglio.
Come mai?
Forse perché te ne ho parlato.
Sorridi?
Si. Sorrido e mi reputo fortunata.
Perché?
Perché Dio, da quando sono nata ha messo sulla mia strada persone speciali, per questo sento quanto mi ama e gli sono grata. Per questo devo e voglio continuare a gioire.
Ora posso andare?
Certo. E grazie.
Per cosa?
Per avermi ascoltato.
Sai chi sono?
Certo. Grazie Angelo mio....
20 giugno 2013
 

martedì 28 maggio 2013

Oh Primavera!


immagine prelevata dal web


Oh Primavera
cosa mi combini!
Poco ti ho vissuta
poco ho goduto dei tuoi
splendidi colori.
Sembra essere tornato
l'inverno!
E piove
e tuona
e i nuvoloni neri corrono
su per i monti
non ci vogliono lasciare,
perfino la neve
è tornata a coprire le cime!
Primavera dolce
se vuoi provo a parlare
con l'inverno,
chissà, forse mi ascolterà...

Oh Primavera
non mi privare
dei magnifici canti
degli uccellini
che piccoli si son destati
per creare i loro nidi.
Non mi privare
dei fiori dei campi
che gioiscono sotto i raggi
del sole
e profumano per le api
che tanto hanno bisogno
di nutrire quella regina
nascosta
e che potrebbe perire...

Primavera cara
perché ti nascondi?
L'orto ho preparato
ed è sofferente,
troppo il freddo
tante sono le piogge
le povere piante
hanno bisogno di calore
per crescere
ed io non posso coglierne
i frutti
perché annegano
in pozze d'acque
che stentano ad asciugare.
Torna Primavera
a scaldare tutti noi
esseri viventi
che t'attendiamo
con trepidazione!
Torna a rallegrare
le nostre giornate
ed i nostri cuori...

25 maggio 2013